Comitato Italiano Associazioni Parkinson

Ashwaanda. DORMIAMO MEGLIO, ANZI DORMIAMO, IN MODO NATURALE.

Ashwagandha1Abbiamo ricevuto diversi contributi da amici Parky che ci segnalano di trovare grande giovamento nel miglioramento della qualità dl sonno dall’assunzione di estratti della pianta di Ashwaganda o Withania somnifera, una pianta usata da secoli nella medicina ayurvedica ed è uno dei più interessanti elementi fitoterapici in circolazione. In erboristeria si trova anche col nome di Ginseng indiano.

La radice ha soprattutto proprietà toniche e adattogene (ovvero aumenta la resistenza dell’organismo ai più diversi stress psicofisici), ma anche interessantissimi effetti antinfiammatori e antidolorifici. Queste proprietà sono state confermate dalla moderna ricerca scientifica anche con studi specifici sull’uomo e non solo su modelli animali.

L’impiego tradizionale del ginseng indiano nell’ambito della medicina ayurvedica è in primo luogo come antistress naturale e tonico generale e del sistema nervoso, impiego che è il principale dell’Ashwagandha anche in Occidente.

In presenza di sintomi da depressione, una somministrazione controllata per cinque giorni di questa pianta ha dimostrato un’attività ansiolitica simile a quella ottenuta con il Lorazepam (Benzodiazepine) ed effetti antidepressivi analoghi a quelli del preparato farmaceutico Imipramina (Tofranil)*

In una sperimentazione su larga scala** sono stati studiati gli effetti dell’estratto di questa pianta sulle conseguenze negative dello stress (compreso l’aumento dell’ormone dello stress: il cortisone). I risultati sono stati impressionanti: riduzione del livello del cortisone del 26%, diminuzione del tasso di glucosio nel sangue al mattino a digiuno e miglioramenti dei profili lipidici.

Negli ultimi 5 anni l’Istituto di Medicina Naturale dell’Università giapponese di Toyama, ha condotto ricerche approfondite sui benefici dell’Ashwagandha sul cervello, riscontrando una significativa rigenerazione degli assoni , dei dendriti e delle sinapsi delle cellule neuronali, traendone la conclusione che questa pianta costituisca un potenziale trattamento per malattie neurodegenerative come l’Alzheimer ed il Parkinson.***

Il prodotto si trova in tutte le erboristerie, un flacone da 20 capsule costa intorno ai 20€, fate riferimento all’erborista stesso per farvi consigliare il dosaggio giusto per la vostra specifica esigenza.

Buoni sogni
—————————————————————————————

Riferimenti scientifici:

*Bhattacharya SK et al. “Anxioliytic-antidepressant activity of Withania somnifera glycowithanolides:an experimental study.” Phytomedicin,2000 Dec;7 (6):463-9

**Unpublished study, 2005.NutrGenesis,LLC

***Toboyama T. et al. “Neuritic regeneration and synaptic reconstruction induced by withanolide A”, su Br J Pharmacol.2005 Apr;144(7):961-71

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *