Comitato Italiano Associazioni Parkinson

Caso SINEMET: “Le Associazioni di Parkinson” incontrano MSD ITALIA

Il 30 aprile una rappresentanza delle Associazioni di Parkinson ha incontrato la MSD Italia, il licenziatario del farmaco Sinemet. L’obiettivo condiviso dell’incontro era quello di avere garanzie concrete di continuità terapeutica rispetto al farmaco in tutti i dosaggi, particolar modo il 100+25 che è quello non disponibile in modo uniforme ai pazienti sia in termini temporali che geografici. Erano presenti :

  • Giulio Maldacea nella veste di:
    • Presidente del Comitato Italiano Associazioni Parkinson
    • Rappresentante di Parkinson Italia ONLUS
    • Rappresentante delle Associazioni di Pazienti della Toscana (Parkinsoniani Livornesi, Pisa Parkinson, AIP Lucca e Azione Parkinson Grosseto)
  • Lina delle Monache – Staff Laboratorio PAL
  • Tiziana Catalano – Responsabile delle Relazioni esterne e Comunicazione del Comitato Italiano Associazioni Parkinson
  • Silvia Mancini – segreteria Accademia LIMPE-DISMOV e Fondazione LIMPE
  • Prof. Fabrizio Stocchi – Consiglio Direttivo Accademia LIMPE-DISMOV e Cda Fondazione LIMPE
  • Nicoletta Luppi – Amministratore Delegato di MSD Italia SpA
  • Simona Alunni – Responsabile della Comunicazione di MSD Italia SpA
  • Responsabile di Prodotto di MSD Italia SpA

Un ringraziamento particolare al PAL (Patient Advocacy Lab) nelle persone di Teresa Petrangolini e Lina Delle Monache per il loro sostegno strategico ed operativo.

Cosa ci portiamo a casa da questo incontro :

  1. La rassicurazione da parte di MSD che “… è confermato l’interesse di MSD a proseguire nella produzione del farmaco SINEMET in tutti i dosaggi attualmente commercializzati in Italia…”. Questo è un impegno molto importante che smentisce le voci circolate circa l’interruzione della produzione e che ci permette di definire finalmente una strategia. Ringraziamo la … lucianina nazionale  … per aver dato voce nel suo stile sarcastico e pungente a queste voci (http://tiny.cc/v16h6y).
  2. Altro elemento che ci fa ritenere soddisfatti dell’incontro è l’aver finalmente identificato in modo univoco nell’AIFA il soggetto istituzionale a cui rivolgerci per ottenere dati e risposte indispensabili per affrontare in modo serio e concreto la carenza.

Quindi come andremo avanti ?

  • Lunedì 13 maggio : si terrà il secondo incontro a Cascina (PI) del Gruppo di Lavoro (https://bit.ly/2LngZ0i), Invitiamo tutti coloro che possono dare un contributo concreto alla causa a partecipare.
  • Entro maggio : si terrà un incontro tra il Presidente della XII Commissione permanente presso il Senato (igiene e sanità), la Senatrice Caterina Bini ed il Direttore Generale di AiFA il Prof. Li Bella. Da questo incontro ci aspettiamo la definizione di una data a breve per un incontro tecnico compartecipato.
  • Entro maggio : si terrà un incontro fra le attuali associazioni che stanno già collaborando ed il Prof. Pezzoli, AIP / Fondazione Grigioni, con il file di coordinarsi in modo univoco, almeno per la campagna Sinemet

Qual’è la strategia generale ?

  1. Attenzionare i produttori affinché facciano tutto il possibile per garantire la continuità terapeutica con i farmaci attualmente approvati
  2. Redigere un documento condiviso che aiuti ad affrontare future carenze
  3. Adoperarsi affinché si renda disponibile il farmaco generico anche per i dosaggi a rilascio normale
  4. Mantenere attivo il monitoraggio anche quando non ci sono carenze
  5. Mantenere alta l’attenzione dei media
  6. Coinvolgere nel Gruppo di Lavoro tutti i soggetti che possano portare valore aggiunto

Di seguito il comunicato :


Caso SINEMET: “Le Associazioni di Parkinson” incontrano MSD ITALIA

Il 30 aprile 2019 il Comitato Italiano Associazioni Parkinson, con delega di Parkinson Italia e delle Associazioni di Pazienti della Toscana (Parkinsoniani Livornesi, Pisa Parkinson, AIP Lucca e Azione Parkinson Grosseto) ha incontrato i responsabili della MSD Italia,  Responsabile Catena Distributiva e Responsabile Comunicazione) i quali hanno dichiarato che è confermato l’interesse di MSD a proseguire nella produzione del farmaco SINEMET in tutti i dosaggi attualmente commercializzati in Italia:

  • 100 MG + 25 MG RM 50 COMPRESSE (AIC 023145042)
  • 100 MG + 25 MG 50 COMPRESSE DIVISIBILI  (AIC 023145028)
  • 200 MG + 50 MG RM 30 COMPRESSE (AIC 023145030)
  • 250 MG + 25 MG 50 COMPRESSE DIVISIBILI (AIC 023145016)

MSD ha sottolineato che, nel corso del 2018, ha immesso nel mercato italiano una quantità di farmaco SINEMET superiore del 16% rispetto all’anno precedente. Tale incremento dimostra la volontà di MSD di rispondere, per quanto possibile, alla diminuzione di fornitura a livello europeo da parte dei produttori che commercializzano l’equivalente del farmaco a base di carbidopa e levodopa. 

La quantità di farmaco venduta ai distributori italiani risulta, sempre nel 2018, superiore del 20% rispetto al dato di mercato IQVIA che rileva l’utilizzo effettivo del prodotto in Italia. La differenza tra quanto immesso nel mercato italiano da MSD e quanto effettivamente disponibile in farmacia fa presumere che la filiera distributiva abbia destinato in parte il farmaco a mercati esteri in base alla normativa europea che lo consente e che vieta, al tempo stesso, alle aziende di controllare la destinazione finale del prodotto.

Il Prof. Stocchi fa notare che sarebbe sufficiente livellare i prezzi del prodotto a livello almeno europeo per eliminare il problema appena citato. La dr.ssa Luppi si è detta molto dispiaciuta per l’impatto che questa situazione sta producendo in primis per i pazienti e per l’immagine della MSD, azienda farmaceutica leader nella ricerca farmacologica. Ha inoltre spiegato che la produzione del farmaco non avviene in un solo stabilimento, ma come la MSD si avvalga di una serie di fornitori esterni per la produzione del prodotto finito SINEMET.

Ha dichiarato che il SINEMET è un prodotto che presenta complessità nel procedimento di fabbricazione a produrre; inoltre ha precisato che ogni temporanea carenza è stata sempre comunicata e motivata ad AIFA e che ogni lotto in meno immesso nel mercato è sempre stato tempestivamente recuperato nella produzione e distribuzione nei mesi successivi.

Il Comitato Italiano Associazioni Parkinson, ha inoltre presentato alla MSD Italia, il monitoraggio farmaci mediante TROV@LO, piattaforma digitale che permette di disporre di un quadro costantemente aggiornato della presenza del SiNEMET a livello nazionale.

A conclusione del tavolo di incontro, il Comitato ha chiesto alla MSD di collaborare per risolvere la carenza temporanea del farmaco SINEMET favorendo un coinvolgimento dei rappresentanti presenti a tutela dei malati di Parkinson, nel processo di comunicazione con AIFA in modo da avere un confronto triangolare e trasparente.

Infine è stata richiesto a MSD di fornire dati circa la distribuzione del farmaco nei vari dosaggi diviso per regioni e mesi così da poter effettuare riscontri e monitoraggi efficaci incrociando i dati con la reale disponibilità in farmacia riscontrabile grazie alla piattaforma TROVA@LO. La dr.ssa Luppi si è riservata di verificare se quanto richiesto sarà possibile sulla base della vigente normativa che prevede solo l’obbligo dell’Azienda di comunicare con l’AIFA.

———

2 comments

  1. Sarebbe l’ora che lo stato proibisse ai magazzini di vendere all’estero non è la prima volta che succede e non sarà l’ultima sempre farmaci salvavita e di una certa importanza Solo una cosa tengo a dire MALEDETTI I SOLDI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *